fbpx
Siamo apparsi regolarmente su:
IlSole24OreIlGiornale

In questo periodo si parla tanto e giustamente di azionario, ma non dimentichiamoci mai che “In medio stat virtus”; quindi, a nostro avviso, un portafoglio equilibrato deve sempre avere una percentuale di titoli che lavori con logiche opposte.

E’ per questo che oggi vi parliamo di un Fondo comune di investimento basato su covered bond, già discusso in un nostro precedente articolo che ha appena dato un segnale di ingresso di Trendycator. Se non sai cosa sono i covered bond ti invito a rileggere il nostro precedente articolo.

Nordea Covered Bond

Stiamo parlando nuovamente del Nordea 1 – European Covered Bond Fund BP EUR – LU0076315455, il quale ha ancora un valore di ETI interessantissimo, pari a 26.

watchlist
Fonte Circoloinvestitori.it

Soprattutto, il titolo è interessante perché ha segnalato un ingresso di Trendycator da due settimane, dunque ancora perfettamente sfruttabile dal lettore.

Vediamo gli obliettivi di investimento dal suo KIID:

Il fondo investe principalmente in covered bond europei.
Nello specifico, il fondo investe almeno due terzi del patrimonio
complessivo in covered bond emessi da società o istituzioni finanziarie
con sede o che svolgono la maggior parte delle loro attività in Europa.
Inoltre, il fondo investe almeno due terzi del patrimonio complessivo in
titoli di debito con rating pari o inferiore ad AAA/Aaa, ma non inferiore
ad A-/A3, o equivalente.
Il fondo può investire fino al 10% del patrimonio complessivo in titoli di
debito con rating BB+/Ba1 o inferiore, inclusi i titoli sprovvisti di rating,
o avere un’esposizione massima del 10% a tali titoli.

Quindi parliamo di obbligazioni europee con tripla A, non dunque titoli di dubbia provenienza, se non in minima parte.

Solitamente si è portati a credere che titoli così non possano generare un alto reddito per il sottoscrittore per via dei tassi schiacciati sullo zero. Eppure, lo ripetiamo sempre: dobbiamo lasciare che il gestore faccia il suo mestiere.

Il fondo nel complesso rispecchia a pieno il suo valore di ETI pari a 26. Parliamo dunque di un fondo che sale con una discreta regolarità anche se negli ultimi anni anche lui ha risentito in minima parte della politica sui tassi di interesse.

grafico
Nordea 1 European Covered Bond Fund LU0076315455 ottobre 2020 Fonte Circoloinvestitori.it

L’analisi puntuale della equity line con il sistema Trendycator ci restituisce un fondo che tutto sommato fa il suo lavoro, aggiungendo anno su anno qualche punticino al nostro portafoglio senza dover patire grandi drawdown.

equity
equity Nordea 1 European Covered Bond – LU0076315455 ottobre 2020 Fonte Circoloinvestitori.it

Negli ultimi venti anni il fondo ha generato un ingresso costante di circa il 4% lordo annuo secondo gli ingressi di Trendycator.

Anche un acquisto basato unicamente su ETI, dunque con logica buy&hold sarebbe stato altamente proficuo restituendo un 6.7% annuo.

Conclusioni sul Nordea covered bond

Questi numeri, per quanto ottimi, analizzati in contesti di Borse mondiali che sfornano record continui possono anche sembrare di secondo piano.
Vogliamo comunque
 rimarcare alcuni aspetti a nostro avviso più che interessanti:

-il fondo offre ingressi costanti con basse oscillazioni di prezzi, dunque si configura come un fondo adatto a tutti gli investitori, anche i più prudenti.

-il fondo negli ultimi 10 anni ha offerto al sottoscrittore incrementi dell’8% all’anno. Poi come detto la politica monetaria ha fatto sentire il suo peso, rallentandone leggermente la corsa negli ultimi mesi, ma nonostante tutto il fondo ha continuato a crescere.

In sostanza il Nordea covered Bond LU0076315455 è un fondo adatto a tutti che da sempre fa onestamente il suo mestiere.

Buon Circoloinvestitori.it

Share.

Dr. Walter Demaria Laurea in Psicoeconomia, è uno dei più noti consulenti finanziari italiani. E’ tra i fondatori di Rendimento Fondi ed è editorialista di diversi quotidiani finanziari. Insieme a Massimo Gotta ha pubblicato “Investire in obbligazioni”, Trading Library, 2013, che è ad oggi un best seller tra i testi che si occupano in maniera operativa dell’investimento in obbligazioni. Ha un approccio ai mercati di tipo quantitativo e ha ideato il modello Trendycator che applica quotidianamente nella sua professione.

Leave A Reply